5 errori da non commettere per trovare nuovi clienti - Vetta Digitale
Trovare nuovi clienti

5 errori da non commettere per trovare nuovi clienti

Tempo di lettura: 6 minuti
In breve
Trovare nuovi clienti è un problema, di questi tempi, per molti avvocati. Oltre alle problematiche legate al numero sempre più elevato di professionisti, c’è un errore di fondo che molti avvocati commettono, e cioè pensare che si debba trovare il modo per rendersi più visibili. Oggi quello che serve, invece, è un metodo non solo per rendersi più visibili, ma soprattutto per andare a prendersi i clienti, prima che lo facciano gli altri.

Per molti essere sul web è un traguardo, un punto d’arrivo, il podio dove ricevere trionfanti la coppa. Non è niente di tutto questo. Essere sul web è solo il punto di partenza, non stai tagliando il nastro, sei ancora li, in posizione, con le mani leggermente appoggiate al suolo, le ginocchia flesse, i muscoli tesi nella concentrazione dello scatto della partenza. Se ti senti anche tu un po’ così, pronto a scattare alla partenza, e non arrivato a un traguardo, scopri come utilizzare al meglio tutti gli strumenti che ci sono per trovare nuovi clienti senza commettere errori.

Trovare nuovi clienti è una questione di strategia

L’altro giorno – sebbene non ami trascorrere molto tempo dal parrucchiere – sono andata a fare una piega. Il mio parrucchiere è un ragazzo simpaticissimo, non ha nemmeno trent’anni ed è già uno dei più bravi della città. Eppure in questi ultimi anni il negozio dove lavora, che comunque conserva un buon numero di clienti, ha perso un po’ dello smalto di qualche anno fa.

Gli ho chiesto come andassero le cose e mi ha risposto che il titolare pensava di cambiare locale e cercarne uno più piccolo perché per quel salone, ormai, l’affitto era troppo oneroso rispetto alle entrate. – Eppure abbiamo anche il sito adesso. – Mi ha detto Gigi, il mio parrucchiere. Così mi sono incuriosita e gli ho chiesto di raccontarmi un po’.

1. Un sito non è la svolta

In pratica, circa un anno fa, erano passati dei ragazzi nel salone per procacciare clienti a un’agenzia di marketing e che, dicendo di essere esperti del web, avevano promesso al titolare di Gigi un sito con i contro fiocchi e la sua gestione. Serio, professionale, ben piazzato in prima pagina e in poco tempo, tra l’altro per una cifra irrisoria. Wow ho pensato, questi come minimo hanno trovato la bacchetta di Harry Potter da qualche parte, e dato che con Gigi ho una certa confidenza mi sono permessa un po’ di ironia affilata.

Insomma, in un anno di sito web le cose non erano migliorate per niente, anzi. Il problema non era avere o non avere il sito, il problema era avere o non avere clienti, e non era certo con un sito che li avrebbero attirati. Qualcuno aveva detto loro che grazie al sito, ché oggi lo hanno tutti e senza non si può, non si sarebbero distinti dalla massa, che per avere più visibilità era indispensabile essere sul web.

Fino a qui poteva essere anche corretto il ragionamento. L’errore è stato convincerli che avrebbero dato una svolta all’attività. Questo è un errore molto grave che fanno in tanti, imprenditori e professionisti, ma non è l’unico.

2. Non puoi volere tutto e subito

Ti ho raccontato la vicenda di Gigi per farti un esempio di quale sia forse l’errore più eclatante che un professionista, ma anche un imprenditore, può commettere, e cioè quello di pensare di poter cambiare repentinamente la sua condizione solamente mettendo online un sito. Ovviamente il sito, oggi come oggi, è necessario, una presenza online ben fatta però non è data dal solo sito, bensì da una serie di strategie di web marketing ben studiate su ogni specifica situazione.

Ma se quello è un errore piuttosto vistoso, non lo è da meno il credere di poter avere risultati subito. La fretta è una pessima consigliera, ce lo dicevano sempre i nostri genitori e i nonni, e avevano ragione. Diciamo che hai messo online il tuo sito. Hai, se le cose sono state fatte bene, anche un blog, ci scrivi o fai scrivere da qualche mese, ma ancora non vedi risultati. Tranquillo, è normale.

Il problema, in questo caso, è che ci vuole del tempo per posizionare il sito, le possibilità di successo non sono precluse, anzi, hai diverse opportunità che puoi cogliere, ma non devi pretendere il risultato in poco tempo. Nessuno, nemmeno il marketer più bravo ha la bacchetta magica, e con il sito e il blog ci vuole tanta pazienza e qualche investimento. Ovviamente, anche in questo caso, non è questa la strada giusta per avere clienti in tempi non eccessivamente lunghi, però è un primo passo per costruire la tua brand reputation, cioè la tua presenza, la tua immagine online. Ma non basta.

3. La SEO, anche se fatta bene non è sufficiente

Anche questo è un errore, sempre legato agli altri, che non devi commettere se vuoi acquisire clienti. Non puoi basare tutto sul sito, e di conseguenza, investire del budget nel solo posizionamento, è un errore. Non ti sto parlando solo di quello che viene definito posizionamento organico, quindi di quelle attività che servono a mettere in evidenza il tuo senza ricorrere ad annunci a pagamento.

Anche gli annunci a pagamento, però, d’altro canto, non sortiscono un grande effetto se il tuo obiettivo è quello di avere più clienti senza dover aspettare troppo tempo. Gli annunci a pagamento, se ben studiati, possono dare un ottimo contributo, ma l’errore che si fa tropo spesso, è quello di vederli come uno strumento a sé. Non è così, si tratta solo di uno degli strumenti che va contestualizzato all’interno di una strategia.

 

Trovare nuovi clienti

Inoltre le sponsorizzazioni possono avere dei costi elevati e farne una sola non ti servirà a granché. Potrai vedere il tuo sito  tra le prime posizioni per tutta la durata della campagna, ma dopo sarai punto e a capo, e se i possibili clienti non vedranno in tempo il tuo annuncio, forse non sapranno mai dell’esistenza del tuo studio.

4. Presenza sui social, attento a come la proponi

Un altro grave errore è quello di pensare che si debba essere social a tutti i costi. Ora, essere presente anche sui social è molto importante anche per gli avvocati, ma proprio per via della peculiarità della tua professione sarebbe bene porsi in un certo modo. Sulla targa del tuo studio non c’è la tua foto mentre sei in spiaggia steso sul telo da mare. Allo stesso modo dovresti cercare di evitarle anche sui social, magari modifica le impostazioni sulla privacy, o meglio ancora, crea una pagina professionale della tua attività.

In ogni caso, però, sebbene la presenza sui social sia importante, dovrai comunque inserirla all’interno di una strategia di marketing completa, da solo un post ogni tanto, non ti serve a niente. Come non ti serve per acquisire clienti riempire la bacheca di continui stati, dove racconti per filo e per segno la tua giornata tipo.

5. Avvocati in crisi, è vero o è una percezione sbagliata?

L’errore però più grave di tutti è quello di pensare di non aver bisogno di una strategia. A meno che tu non lavori in uno di quegli studi storici, dove ci si tramanda la professione di padre in figlio, e non collabori con delle grandi aziende, anche tu dovrai fare i conti con la forte competitività che oggi sta mettendo a dura prova chi esercita la professione.

Gli avvocati abilitati, infatti, sono sempre in aumento, non solo, molti arrivano dall’estero con un’abilitazione presa in altri Paesi della Comunità europea. Concorrenza elevata, crisi economica che ha fatto abbassare le tariffe, insomma, con tutti questi ingredienti il risultato è che il fatturato non è più quello di qualche decennio fa, e il rischio di avere le pagine dell’agenda bianche è alto.

Non è una percezione sbagliata, purtroppo è una tendenza che non sembra debba finire tanto presto.

Aumentare clienti: è questione di metodo

Tutto quello che abbiamo visto fino a ora, anche se te ne ho parlato come si trattasse di errori, in realtà, non lo sono, o meglio, tutte quelle strategie non prese più singolarmente, ma inserite all’interno di una strategia, possono contribuire allo scopo di avere più clienti. Da sole non bastano, come non basta più il semplice passaparola.

Quello che serve in questo particolare momento è un metodo. Vedi, è proprio il concetto sbagliato, non sei più tu a dover aspettare che i clienti trovino il tuo studio, te li devi andare a prendere. Tutti hanno capito che il sito e il blog sono un grande aiuto, tutti ormai hanno un sito professionale più o meno funzionale, ma non tutti sfruttano dei metodi efficaci per avere clienti. Il Metodo Vetta Digitale è un sistema che è stato studiato e messo a punto proprio pensando alla professione dell’avvocato.

Non stiamo parlando di formule magiche, di ricette miracolose, in questo ambito non ce ne sono. Ci sono però delle strategie messe a punto dopo studi, prove e misurazioni. Solo in questo modo, infatti, si può arrivare ad avere uno strumento efficace e misurabile.

Guarda i video per conoscere il metodo e farti un’idea di come potrebbe cambiare la tua attività semplicemente mettendo in funzione una sorta di “ingranaggio” capace di creare nuovi contatti e di farli diventare tuoi clienti mediante un insieme di strategie efficaci studiate appositamente per gli studi legali.

Con il metodo Vetta Digitale, ogni Lead, ogni contatto, può trasformarsi in un cliente. Molti avvocati hanno già capito l’importanza di arrivare prima dei loro concorrenti, solo con un sistema di web marketing testato puoi davvero allargare la tua clientela. Non avrai più l’agenda vuota, e finalmente anche il tuo studio sarà davvero competitivo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.