Sito web avvocato: come dev'essere strutturato?
Sito web avvocato

Sito web avvocato: come deve essere strutturato?

Tempo di lettura: 6 minuti
In breve
Sito web avvocato: queste tre parole sono entrate a far parte della quotidianità degli avvocati. Anche questa categoria di professionisti, infatti, ha sentito l’esigenza di ingranare una marcia più lunga al fine di potersi pubblicizzare seguendo le nuove tendenze. La forte concorrenza dovuta al sempre crescente numero di avvocati, un fatturato che si livella verso il basso, hanno innescato il bisogno di trovare strade alternative al vecchio passaparola. Si parte quindi dal sito web che deve rispondere a certe caratteristiche. Questo deve essere quindi responsive, con una buon layout, chiaro, di facile consultazione. Deve poi avere contenuti scritti in modo semplice e interessante, deve essere ottimizzato in ottica SEO e deve attirare utenti che dovranno essere trasformati in clienti.

Sempre più spesso si parla di marketing per avvocati, di concorrenza agguerrita, di diminuzione del fatturato per gli studi legali. Non sono parole entrate per caso nel linguaggio quotidiano del settore, ma indicano una serie di fenomeni che sono ben visibili e attuali. Partendo da questo quadro generale, il web marketing è sempre più presente nella realtà degli studi legali, è diventato una necessità impellente.

Come per gli altri settori, anche quello legale ha bisogno di pubblicizzarsi. Riusciresti ancora ad avere clienti semplicemente con il passaparola come avveniva un tempo? Certamente no. Oggi la pubblicità più efficace passa per internet. Sono 3 le parole che possono fare la differenza: sito web avvocato.

SCOPRI IN CHE MODO PUBBLICIZZARE LO STUDIO LEGALE SISTEMA DI WEB MARKETING PIÙ ADATTO A TE! >>

Sito web avvocato, gli errori imperdonabili

Nono possiamo parlare di vere e proprie novità, quanto di una tendenza che si sta diffondendo sempre più nel settore legale, cioè quella di avere un sito web. Mi è capitato spesso di parlare con avvocati che non avevano la minima idea di come dovesse essere un sito web che li rappresentasse.

In particolare, ho fatto una consulenza per un avvocato qualche tempo fa, che mi ha fatto davvero capire perché molti professionisti si perdono nei meandri del web. Voglio raccontartela per darti un’idea di quanto sia sbagliato improvvisare.

L’avvocato venne da me a fine agosto. Erano appena finite le ferie e anche lui voleva riprendere il lavoro con un certo entusiasmo. Da tempo aveva in mente di migliorare il suo sito web e di dare una sferzata a quella che era la sua immagine anche sui social. Insomma, voleva assolutamente migliorare la sua situazione.

Ottimo, starai pensando. Infatti come presupposto è ideale, se c’è l’entusiasmo, se c’è la buona volontà, tutto è più facile.

Ci incontrammo di persona dopo diversi contatti telefonici, un pomeriggio afoso. L’aria era pesante e umida. Fu puntualissimo e questa era una qualità da non poco. Ci sedemmo e gli chiesi di parlarmi della sua situazione e di quali fossero le sue aspettative.

Dopo quasi un’ora di analisi passammo a fare una valutazione concreta. Mi mostrò il suo sito. Fortunatamente il gran caldo e l’umidità mi tenevano incollato alla sedia perché diversamente sarei caduto a terra!

Poche volte ho visto un sito così brutto come quello che avevo davanti.

GUARDA I VIDEO E RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA PER APPROFONDIRE L’ARGOMENTO! >>

Ora seguimi attentamente perché tu non devi mai fare gli errori che ha fatto l’avvocato di cui ti sto parlando.

La prima cosa che mi è balzata agli occhi è che il sito era stato realizzato dal “cugino” di turno. E qui ti do il primo consiglio: mai far realizzare un sito tanto importante per la tua attività da persone che non siano dei veri professionisti, il rischio è quello di dover rifare tutto da capo, come in questo caso.

Ma voglio descriverti questa meraviglia: sfondo grigio, che pare dia un senso di sobrietà (ma anche no), scritte bianche, che staccano perfettamente (dopo 3 minuti di lettura l’utente ti fa i migliori auguri e ti abbandona), ma sottolineate, perché così si evidenziano le cose importanti.

Foto che sembravano un brutto riassunto dei miniatori dell’alto medioevo, talmente piccole, e che ovviamente non potevano essere ingrandite. Menù essenziale, il che non è un problema, salvo non avere una tendina, ma una tendopoli, con circa 4-5 pagine per ogni voce del menù, pagine bianche da riempire in un futuro indefinito.

Te la faccio breve. Il sito ovviamente non era responsive e ad aprirlo dallo smartphone si vedeva la schermata intera meno un quarto. E questo solamente per quanto riguarda l’aspetto strutturale, ti risparmio tutto quello che concerne l’ottimizzazione per il posizionamento e l’utilità degli articoli del blog.
Marketing per l'avvocato
In una sola parola: disastro! Ecco, per avere un sito così conviene non buttare tempo e denaro e continuare a sperare che la signora Ruffini, nostra cliente affezionata, ci faccia una buona pubblicità parlando bene dello studio.

In questo caso specifico ho dovuto azzerare tutto. Abbiamo ricostruito il sito praticamente dalle fondamenta, progettandolo in modo che fosse piacevole sia per gli utenti che per Google. Questo ha comportato chiaramente ulteriori spese per l’avvocato, spese che potevano essere dimezzate se dal principio fosse stato fatto questo lavoro.

Non sempre un sito ha bisogno di essere stravolto, in molti casi si tratta di dargli una sistemata, ma proprio perché è un lavoro delicato ti consiglio sempre di rivolgerti a dei professionisti, proprio per non ritrovarti poi a dover riparare degli errori che invece potevi evitare.

 

Come deve essere il sito dello studio legale

La visibilità on line è imprescindibile, su questo ormai penso non ci siamo più dubbi. Il primo passo, quindi, è proprio quello di avere un sito online. Ma come deve essere il sito dell’avvocato affinché sia davvero utile per l’acquisizione clientela e quindi per implementare il fatturato?

In linea di massima il sito deve corrispondere all’immagine che l’avvocato vuole dare di sé. Tutti gli avvocati vogliono trasmettere la loro professionalità, ma attento, professionale non significa né austero né noioso. Partiamo quindi dall’aspetto del sito.

  1. Il layout deve essere piacevole. Scegli un tema che sia chiaro e ordinato, niente fronzoli, niente effetti speciali, ma che possa colpire fin da subito l’utente. I colori sono fondamentali. Prima di tutto devono essere scelti in base alla funzionalità, ma senza perdere di vista il significato che hanno nella psicologia degli utenti. Un colore sobrio, che non stanca la vista, da quell’immagine professionale che tanto desideri che una buona user experience al visitatore.
  2. Menù semplice e completo. Il menù deve essere essenziale, le pagine corrispondenti devono offrire all’utente tutte le informazioni che desidera e devono farlo con pochi click. Imprescindibili sono le pagine dove racconti chi sei e chi collabora con te, quindi la classica pagina about, dove si descrive lo studio; i servizi offerti, se è possibile indica l’avvocato specializzato che si occupa di un determinato servizio; la pagina del “dove siamo”, meglio ancora se con una mappa interattiva. Specifica chiaramente tutti i contatti e gli orari dello studio.
  3. Immagini di qualità. Questo punto viene spesso sottovalutato, invece è molto importante. Siamo in un momento in cui le immagini hanno un ruolo predominante, di impatto immediato, possono davvero fare la differenza. Che immagini includere? Naturalmente quelle dello studio. Alle persone piace curiosare e cercare di comprendere se si troveranno bene da te. Se aggiungi anche la tua immagine e quella dei tuoi collaboratori avrai un fatto un passo ulteriore verso la conquista della fiducia dell’utente.
    Ci sono due tipologie i avvocati, quelli che si mostrano più che volentieri, magari anche troppo, e quelli che sono restii nel mettere la propria immagine. Il giusto, come sempre, sta nel mezzo. Metti delle foto che rispecchino la tua professionalità e quella dello studio, presentati sobrio, ma non ingessato, cerca di avere un aspetto affidabile e rassicurante.
  4. Ripetere le informazioni non è un errore. Inserisci le informazioni fondamentali più di una volta, come per esempio il numero di telefono, l’indirizzo, la specializzazione dello studio. So che ti può sembrare ridondante, ma non pensare che un utente visiti un sito in modo ordinato, può iniziare a leggere un post da metà, o solo qualche riga, ecco perché ripetere le informazioni non solo non è un errore, ma è un vantaggio. Immagina se per trovare il tuo indirizzo dovessero scorrere dal basso tutta la pagina, molti si stuferebbero e lascerebbero il sito.
  5. Non parlare avvocatese. Questo è fondamentale: scrivi le informazioni e gli eventuali articoli del blog in modo semplice. Chi ti cerca è gente comune, persone che hanno bisogno di risolvere un problema e quindi di trovare rapidamente le informazioni che cercano. Se si ritrovano davanti a un muro di tecnicismi abbandonano. Semplifica il linguaggio e utilizza esempi chiari facendo anche riferimento alla quotidianità.

Sito web avvocato

Come portare traffico al sito web avvocato

L’obiettivo di un sito è questo: pubblicizzare studio legale, ripetitelo come un mantra. Partendo da questo assunto, è chiaro che quello che ti interessa è acquisire nuovi clienti e per farlo devi iniziare portando traffico al sito. Parliamo quindi di posizionamento e di marketing.

Un sito web avvocato, ma vale per qualsiasi professionista, deve essere costruito e quindi strutturato seguendo precise tecniche di SEO. L’ottimizzazione in ottica SEO serve per rendere piacevole il sito a Google e agli altri motori di ricerca, l’ideale è quindi riuscire a posizionarlo tra le prime pagine. Gli annunci a pagamento possono essere di grande aiuto, ma devono essere utilizzati in una campagna strutturata.

Fondamentale è conoscere il proprio target, in modo da ideare le campagne e tutte le attività di pubblicizzazione dello studio in modo mirato.

Proprio pensando a tutte queste esigenze ho ideato il Metodo Vetta Digitale, un metodo che consente allo studio legale di acquisire clienti in modo davvero efficace.

Non sto dicendo che si tratta di un sistema miracoloso che in due giorni ti farà avere mille clienti in più. Non mi piace esagerare e tengo a dire le cose in modo chiaro e semplice. Il metodo non è altro che un insieme di attività di web marketing strutturate e organizzate ad hoc per gli studi legali, quindi stiamo parlando di strumenti e attività che, progettate in modo coerente per il settore legale, portano gli utenti a diventare clienti in tempi congrui.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.