Pubblicità dello studio legale: cosa si può fare e cosa no
Pubblicità studio legale

Pubblicità studio legale: cosa si può e cosa no

Tempo di lettura: 6 minuti
In breve
Pubblicità studio legale, cosa si può fare e cosa no? Questa è la domanda che si pongono oggi molti avvocati, anche alla luce di quanto sta accadendo in america dove i professionisti legali del settore lesioni personali vengono percepiti come troppo aggressivi e cinici. Qual è quindi il modo migliore per farsi pubblicità senza risultare come i colleghi d’oltre mare? Sicuramente partendo dal web e sfruttandone tutte le potenzialità. Questo non solo è consentito, ma ha già dato diversi frutti a chi ha deciso di pubblicizzarsi sul web. Ogni forma di pubblicità è dunque consentita, incluse le attività di acquisizione clienti, purché non si leda il decoro della professione.

Quando parliamo di pubblicità dello studio legale è inevitabile visualizzare nella nostra mente quei film americani dove avvocati privi di scrupoli e arrivisti fanno di tutto per avere successo. Ebbene, la realtà, in questo caso, non è poi così lontana dalla finzione. Se guardiamo agli USA, notiamo che anche la pubblicità degli avvocati è abbastanza aggressiva, in particolar modo quella degli avvocati che si occupano di risarcimento danni per lesioni personali.

In breve tempo gli avvocati sono diventati facile bersaglio di battute nei talk show e vengono fin troppo spesso rappresentati come “cacciatori di ambulanze”, cinici e immorali. Questi sono termini decisamente forti e che per lo più, nel nostro Paese, non rappresentano la categoria dei professionisti legali.

Negli USA, invece, la categoria, in quello specifico settore, è giudicata come eccessivamente aggressiva, perfino per quanto riguarda la pubblicità studio legale. E qui in Italia come viene percepita la pubblicità della categoria? Cosa può davvero fare (e cosa realmente fa) un avvocato per promuovere la sua attività?

Pubblicità studio legale, cosa si può fare nel nostro Paese

Un po’ di anni fa ero solita seguire una di quelle serie americane sugli avvocati, precisamente Ally Mac Beal. Ironia, temi attuali, e quel pizzico di suspense che non guasta. La serie trattava temi legali: uno studio di avvocati associati che in ogni puntata doveva fronteggiare uno o due casi che costituivano il tema principale dell’episodio, intersecandosi piacevolmente con l’introspezione della protagonista e le sue disastrose vicende amorose.

Certo, era solo una fiction, ma credo rispecchi abbastanza bene la reale quotidianità degli studi legali americani. A quanto pare, però, la realtà, per certi versi, è peggio della finzione. Per quanto riguarda il settore delle lesioni personali, quindi dei risarcimenti danni, la promozione degli studi legali è piuttosto aggressiva.

Gli Stati Uniti sono sicuramente caratterizzati da una serie di quelli che per noi sono percepiti come degli eccessi, sia in positivo che in negativo, ma per quanto riguarda la professione legale, lo stereotipo dell’avvocato giovane, brillante, spregiudicato e cinico è  quello più comune.

Si tratta solo di una percezione o davvero la pubblicità di questi studi legali d’oltreoceano è così aggressiva? In realtà, anche per via dei grandi interessi delle multinazionali (assicurazioni incluse) non sembra essere una realtà distorta.

In Italia, però, le cose non vanno così, e c’è da tirare un sospiro di sollievo, almeno per ora. Sì, perché quello che conta, alla fine, è come si viene percepiti dalle persone. Se quelli che potrebbero essere dei tuoi clienti trovano che la tua pubblicità studio legale sia troppo aggressiva, probabilmente si rivolgeranno altrove per risolvere i loro problemi.

SCOPRI I CHE MODO FARE PUBBLICITÀ PER I TUOI CLIENTI

Negli Usa questo processo sembra essere ormai irreversibile, nel senso che la percezione che si ha degli studi legali del settore lesioni personali è ormai così radicata da non poter essere cambiata, nonostante tutti gli sforzi dei professionisti che, invece, si pubblicizzano in modo pacato e senza eccessi.

Basta un solo avvocato che non si comporti in modo corretto per mettere in cattiva luce anche tutti i suoi colleghi onesti.

In Italia, come ti ho detto, le cose vanno diversamente, l’avvocato è ancora un professionista stimato e rispettato a prescindere dal settore in cui presta consulenza legale. Ma dal punto di vista della pubblicità per promuovere lo studio legale come stanno le cose?

Può davvero fare pubblicità studio legale senza problemi o invece ci sono dei paletti?

GUARDA I MIEI VIDEO PER CAPIRE COME PROMUOVERTI

Sono finiti i tempi in cui bastava il passaparola per l’avvocato. Oggi ci sono diversi ostacoli che si interpongono tra te e il successo del tuo studio, uno di questi è la concorrenza sempre più agguerrita. Gli avvocati sono aumentati in modo quasi esponenziale e, chiaramente, questo surplus di offerta non porta che a una cosa: il livellamento degli onorari richiesti per le prestazioni che offri verso il basso.

Questo però non significa che dovrai sgomitare senza tregua e perdere quell’aspetto umano dell’avvocato che negli USA non viene più percepito. Anzi, puoi sfruttare l’empatia e la correttezza tutta a tuo vantaggio e a vantaggio della pubblicità studio legale. Ma allora come ci si può pubblicizzare in modo da competere in questo settore? Ma soprattutto, cosa puoi fare senza infrangere la legge e senza apparire ai tuoi clienti come un professionista spregiudicato?

Oggi anche in Italia gli avvocati possono pubblicizzare il proprio studio legale senza ledere il decoro della professione. Diversi anni fa non era così, l’avvocato non poteva comparire nemmeno nelle pagine gialle, pubblicizzarsi era considerato sconveniente e poco decoroso per la professione, così si affidava tutto al passaparola.

Oggi le cose, nel corso degli anni, sono profondamente cambiate e anche l’avvocato può fare pubblicità al suo studio legale, ma come? Rispettando il principio di veridicità e il decoro della professione, senza screditare il lavoro dei colleghi.

Per quanto riguarda i mezzi con cui pubblicizzarsi, si può davvero spaziare molto, dalla tradizionale pubblicità offline a quella online, attualmente quella considerata più efficace.
Marketing per l'avvocato

Le potenzialità del web

Per pubblicizzare lo studio legale si possono, anzi, si devono, sfruttare le potenzialità del web, che se non sono infinite, sicuramente sono tante.

Il primo step è sicuramente quello di avere un sito web dove descrivere i servizi offerti, inserire delle informazioni sullo studio e sul team di professionisti che vi opera, e dove avere una sezione blog dedicata alle notizie e ai contenuti di valore per chi sta cercando un’assistenza legale.

Questo non solo porta a conoscenza di un vasto numero di persone dell’avvocato X, ma serve anche, sfruttando determinate strategie, ad acquisire nuovi clienti, ti basta cercare su un motore di ricerca “pubblicizzare studio legale” per capire quanto il web sia diventato indispensabile.

Sfatiamo però subito un mito degli ultimi anni: avere un sito web non equivale, automaticamente, ad aprire le porte del successo. Come ti ho detto si tratta solamente di un primo passo perché ci sono diverse altre attività da curare e sviluppare.

L’acquisizione dei clienti è fondamentale

Per sopravvivere in questo settore così concorrenziale, o meglio, per avere un fatturato soddisfacente, quello che serve è un metodo di acquisizione clienti. Acquisire clienti significa assicurare linfa vitale allo studio e lavorare bene.

Il Metodo Vetta Digitale è stato studiato proprio con questo scopo: quello di far acquisire clienti agli avvocati. Non si tratta quindi di pubblicità aggressiva, ma di pubblicità intelligente. In questo metodo vengono utilizzate diverse strategie di web marketing finalizzate all’acquisizione dei contatti, lead, che inseriti all’interno di un processo di nurturing diventeranno clienti.

Sicuramente è più difficile spiegarlo a parole, guarda i video per conoscere il metodo, qui viene spiegato tutto in modo chiaro ed esaustivo.

Grazie a questo sistema puoi acquisire sempre nuovi contatti, praticamente in automatico, e andare molto oltre alla semplice pubblicità.

Le nostre strategie di marketing sono state messe a punto specificamente per il settore legale, valutando tutte le possibilità del web e adattandole alle caratteristiche e alle esigenze dello studio legale.

Non è più tempo di affidarsi ai soli bigliettini da visita o al passaparola, ora ti serve una marcia in più, e puoi averla senza dover fare una pubblicità che viene percepita come un pressing fuori misura dai tuoi potenziali clienti.

Ti faccio un esempio pratico a partire proprio dal blog. Se nel tuo blog hai dei contenuti interessanti, per esempio spieghi come fare una richiesta di risarcimento danni per un sinistro stradale, le persone che cercano quel determinato servizio leggeranno quello che hai postato.

Ci sarà poi una pagina dei contatti e se interessati ti chiameranno. Ancora più efficace, però, è l’utilizzo di un funnel di marketing. Tu inserisci un contenuto di valore, magari una breve guida che spiega come comportarsi in caso di divorzio, ovviamente dal punto di vista legale, che gli utenti possono scaricare lasciando i loro dati, nello specifico nome e indirizzo mail.

A quel punto verrà avviata una campagna di email marketing atta a interessare e coinvolgere sempre più l’utente fino a che questi non compirà un’azione, quindi ti chiederà una consulenza.

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA PER APPROFONDIRE QUESTI CONTENUTI

Il nostro sistema di acquisizione clienti si basa su una serie di attività di marketing studiate sulle necessità del tuo studio.

Per acquisire clienti non è necessario sbraitare e farsi pubblicità con toni discutibili, basta semplicemente rivolgersi a dei professionisti del web marketing per iniziare a ingranare una marcia in più ed essere davvero competitivi, senza pregiudicare nulla di quello che è il decoro della tua professione, anzi, facendoti conoscere esattamente come farebbe un vero imprenditore.

Oggi anche saper sfruttare le potenzialità dei social è un passo fondamentale, una vetrina importante in cui iniziare a creare un rapporto con i tuoi potenziali clienti, dove rispondere ai loro quesiti e dove convogliare traffico sul tuo sito.

Avvocato che fattura, avvocato soddisfatto

Non è più tempo per stare in studio ad aspettare la telefonata di un cliente, è ora di muoversi per procurarsi nuovi contatti e una nuova clientela che garantisce la prosperità dello studio legale. Se tu fatturi, sei soddisfatto, lavori meglio e con più entusiasmo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.